skip to Main Content

language_english_onlanguage_italiana_onlanguage_deutsch_on

Il Maestro italo-argentino Dante Santiago Anzolini ha diretto con grande sucesso in Europa, gli Stati Uniti e Sudamérica. Il suo ampio repertorio comprende numerosi pezzi del repertorio tradizionale, sia sinfonico quanto operistico, includendo musiche moderne degli ultimi anni. Il Mo. Anzolini privilegia nei suoi progetti musiche nuove, e diresse numerose prime mondiali ed europee, opere e sinfonie.

Le sue ultime presentazioni includono la prima mondiale dell’ opera “Appomattox” di Philip Glass presso alla National Opera di Washington, dove fece il suo debutto, con enorme sucesso di publico e critica, con sei serate di sale esaurite al Kennedy Center. Ha diretto il primo concerto della stagione 2016 con la Filarmonica di Montevideo, Uruguai. Ha fatto il suo debutto a Torino e Milano dirigiendo la Orchestra e Coro del Teatro Regio per la prima italiana del “Akhnaten” di Philip Glass, nel ambito del Festival MITO. In 2015 fece parte della giuria del concorso internazionale di direzione d’orchestra a Besançon, Francia.

Il debutto del Mo. Anzolini in 2008 presso il Metropolitan Opera di New York dirigiendo “Satyagraha” è considerato uno straordinario sucesso di publico e critica. Acclamato “imponente giovane direttore” (the New York Times, Anthony Tommasini),  face uno “espléndido” (New York Post, Clive Barnes) e “memorabile” (Washington Post, Anne Midgette) debutto. Una importante quantità di articoli e recensioni sulla premiere a New York sottolineano un successo unico nella storia recente del Metropolitan, dove più di 25.000 persone videro lo spettacolo a sala esaurita.

Il Mo. Anzolini è stato Direttore Ospite presso alla Opera di Linz, Austria, dove ha diretto anualmente opera e balletto fin dal 2004, includendo il grande successo del inizio della stagione 2014-2015 con una Tosca, lodata dalla critica viennesa. Assunto come Direttore Musicale della Orchestra del Teatro Argentino, diresse molte prime mondiali e opere fondamentali del repertorio non ancora suonate dall’orchestra, fra cui pezzi di Stravinkij, Hindemith, Bartok, Ravel e altri.

La sua dedizione all insegno musicale lo porta al lavoro per preparare dei giovani direttori e futuri musicisti come Direttore Musicale del Festival di Itú, Brasile, dove sostituisce il suo mentore e guida Eleazar de Carvalho (1997-1999), dopodiché vinse il concorso per diventare Direttore Musicale dell’ Orchestra del Massachusetts Institute of Technology (1998-2006), poi nominato Direttore del Programma Orchestrale al New England Conservatory (2002-2003), Direttore Ospite della Youth Orchestra of the Americas (2011-2012), e Direttore Ospite alla Giovane Orchestra Filarmonica di Colombia (2016), tutti impegni valutati dai giovani e lodati dalla critica internazionale. Ha offerto masterclasses e seminari in vari paesi.

Nei panni di compositore, ha scritto pezzi per pianoforte solo, orchestra e per ensemble da camera. Ora continua con il “Quaderno per Daniel”, esercizi per giovani pianisti, oltre etudes di virtuosismo per pianoforte. La usa versione pianística delle Variazioni op. 31 di Arnold Schoenberg, prima nella storia, pubblicata da Belmont e distribuita dalla Universal Edition di Vienna, venne eseguita recentemente a Tokyo per Hiroaki Ooi (Giulio 2015). La sua ultima prima “Preludium and Fugue Fantasies” vie la sua prima esecuzione a Rio de Janeiro, por registrata ad Albuquerque, New Mexico, in 2015. Futuri  impegni includono la I Sonata per Violino solo, la I Suite per Violoncello Solo, Variazioni per Pianoforte, e la prima Sinfonia.

Il Mo. Anzolini fece il quo debutto al Musikverein di Vienna in Settembre del 2007 dirigendo un concerto con il Coro Orfeón Donostiarra del Paese Basco con la Wiener Symphoniker. Piu recentemente debutta presso all’ Opera del Reno con “Neither” di Feldman, coreografia di Martin Schlaepfer, diresse dei concerti con l’orchestra del Teatro Argentino, dove anche rappresentazioni di “Il Trovatore”y “La Traviata”, nel cosiddetto teatro, nonché “Otello” y “Rigoletto” a Linz (Austria) e Mannheim (Germania), rispettivamente. A Maggio 2006 diresse la Bruckner Orchester Linz in tournée per l’Austria e Germania (Dornbirn, Colonia, Stoccarda, e Duesseldorf). Il programma comprese la Quarta Sinfonia di Bruckner (prima versione 1874) e la prima europea della Ottava Sinfonía di Philip Glass.

Ha anche diretto l’Orchestra Matav di Budapest, Ungheria, in un programma di música da film (Bernstein, Gershwin e Nino Rota). A Settembre 2005 fece il suo debutto in Sudafrica dirigendo l’Orchestra MIAGI Festival a Johannesburgo e Città del Capo, in programma con la leggendaria cantante Miriam Makeba.

A Marzo del 2005 fu uno degli otto direttori celta fra più di 220 concorrenti per il “Conductors Preview” (una convenzione organizzata dalla liga di orchestre sinfoniche americane. Questa premiazione di riconoscimento fu concesso per il suo “talento, realizzazioni e qualità” secondo la giuria nordamericana.

Negli ultimi anni ha diretto la Bruckner Orchester Linz in diverse tournée per l’Austria, Svezia, e Germania, con grande accoglienza di publico e critica. In 2002 il Mo. Anzolini debutta in Francia, presso all’Opera du Rhin in Estrasburgo. A Febbraio del 2002, el diresse una produzione di grande successo dei “Sette peccati capitali”di Kurt Weill al Teatro Massimo di Palermo con la partecipazione di Ute Lemper nel ruolo principale, con coreografÌa di Mischa Van Hoecke. Il debutto del Mo. Anzolini presso al Carnegie Hall di New York  ebbe luogo a Marzo del 2001, con la American Composers Orchestra, presentando due prime mondiale di Tania León e Jin Hi Kim, la prima a New York del concerto per la mano sinistra di Lukas Foss con Leon Fleisher come solista, e le Variazioni di Schoenberg.

Oltre le orchestre sopradette, ha directto l’Orchestra del Beethovenhalle di Bonn, la Sinfonica di Bochum (Germania), la Sinfonica di Berna (Svizzera), le orchestre di Asturias, Granada e Valencia (Spagna), l’Orchestra di San Paolo (Brasile), la Orchestra Sinfonica Nazionale dell’Argentina, I solisti di New York, l’Orchestra del Teatro di Klaipeda, e la Orchestra da Camera di Klaipeda (Lituania).

Ha collaborato assiduamente con il compositore Philip Glass, ad esempio per la prima mondiale della sua opera “The White Raven” nel’ambito della Esposizione Mondiale di 1998 a Lisbona, Portogallo.In 1999 diresse la seconda esecuzione mondiale della Sinfonia No. 5 “Corale” a Leuven, Belgio, la cui, anche diresse per la prima nordamericana a Washington DC al Kennedy Center a Novembre di 2001

Sua ampia esperienza come direttore operistico include una grande quantità di spettacoli a Bonn (Germania), Berna (Svizzera), Strasburgo (Francia) fra altre città europee. Dagli inizi adolescenti in Argentina, continua a Bonn, dove lavora come pianista e direttore presso all’ Opera della città fin dal 1993. Il suo debutto direttoriale a 1994 con la produzione di Cavalleria Rusticana-Pagliacci, scena di Gian-Carlo Del Monaco, fu il inizio di una attività di grande successi: Racconti di Hoffman, Offenbach, il Guarani di Carlos Gomez, e Tosca di Puccini sono estate i primi passi in Germania.

In1995 diresse con grande successo una produzione di “La Traviata” a Klaipeda, Lituania, dopodichè debutta a Berna, Svizzera, con Il Barbiere di Siviglia. Grazie a questa, fu assunto come Kapellmeister presso al Teatro di Berna, dove presto diresse “Le Nozze di Figaro”, “Madama Butterfly”, “Il Barone Zingaro ” e balletti  con “L’Ucello di Fuoco” di Stravinskij, il “Divertimento per Archi” di Bartok, il “Concierto No. 3 per Pianoforte e Orchestra” di Tchaicovsky, lo “Stabat Mater” di Pergolesi, la suite di “Don Sebestien” di Donizetti.

Il Mo. Anzolini ha estudiato direzione d’orchestra con il Mo. Eleazar de Carvalho presso all’ Università di Yale, dove riceve due Masters (1989, 1990) con le più alte lode como miglior studente della School of Music, nonché il Dottoratto in Arti Musicali (1997), essendo nominato portabandiera della School of Music per la consegna delle lauree del 1989.  Contemporaneamente ai suoi studi, esercita il carico di Direttore Associato del Ensemble Contemporaneo di Yale. Partecipa in diverse classi magistrali con Lorin Maazel, Erich Leinsdorf, Kurt Sanderling, e Dennis Russel Davies. La sua tesi è un saggio  sulla “Organizzazione  Armonica della Sagra della Primavera di Igor Stravinsky”. Riceve l’unica premiazione ad un direttore giovane presso al Corso di Estate a Tanglewood en 1992.

Il Maestro Dante Santiago Anzolini incomincia i suoi studi di direzione d’orchestrae in Argentina, con lezioni private con el Mo. Mariano Drago Sijanec. Prima degli inizi con questa disciplina, il Mo. Anzolini fu pianista (Professore del Conservatorio Gilardi de La Plata, Argentina), cembalista, organista, violista e violinista in varie orchestre, offrí concerti come pianista in recital di musica da camera, accompagnatore di cantanti, e studiò oboe, percussione, fue solista di Cembalo e Basso Continuo per 10 anni, direttore di cori di voci bianche e cori lirici, creatore del Coro Giovanile della Università di La Plata (Argentina). Per tre anni frequentó corsi di matematica presso all’Università di La Plata, coltivando anche sua passione per la letteratura y le lingue. Figlio di Lorenzo Anzolini e Lucila Wawzyniak, immigranti italiano e chilena, nacque nel cosiddetto sobborgo Roma della città di Berisso, chiamata ‘la capitale del immigrante’, la cui dopo la seconda guerra mondiale diede accoglienza a rifugiati, immigranti di tutto il mondo, e dove si sono trovati i suoi parenti, a cui rende il ringraziamento per l’educazione e i valori etici ricevuti.

Back To Top